30.07.2015

Lega Volley Summer Tour: lo spettacolo è servito!

Prendete decine tra le migliori giocatrici della Lega femminile di pallavolo in Italia, radunatele insieme su alcune tra le più belle spiagge della penisola, miscelate accuratamente il tutto con tantissima gente, musica, divertimento e intrattenimento e, infine, aggiungete una tonnellata di XS Power Drink ghiacciati per combattere l'afa estiva: ci siamo, il Lega Volley Summer Tour è servito. Per quattro weekend consecutivi tra giugno e luglio quattro splendide spiagge italiane sono state prese d’assalto in occasione del torneo di pallavolo 4x4 più spettacolare dell’estate: Lignano Sabbiadoro, San Benedetto del Tronto, Pescara e il gran finale di Riccione sono le location che hanno ospitato le battaglie sotto rete per contendersi i trofei messi in palio, rispettivamente la 17° Coppa Italia, il 22° Campionato Italiano, la prima Supercoppa Italiana XS Power Drink e la quarta edizione dell'All Star Game. Naturalmente Amway era presente quest'anno fra gli sponsor di maglia con XS Power Drink e con uno stand dedicato all'interno del villaggio commerciale allestito per l'occasione. Sei le squadre in gara quest'anno: Pomì Casalmaggiore, di recente vincitrice del campionato A1, Zeta System VI.RI. Urbino, da sempre dominatrice del Sand Volley 4x4, NTT Forlì, Volley Pesaro e le “matricole” al debutto Saugella Summer Team Monza e Volalto Caserta. L’inaugurazione del torneo sul lungomare triestino, il weekend del 27/28 Giugno, ha visto l’assegnazione della 17° Coppa Italia a Pomì Casalmaggiore, fresca Campione d’Italia.  Grazie ad un attacco e un muro micidiali, il titolo di miglior giocatrice di tappa è andato più che meritatamente sul petto di Rebecca Perry, schiacciatrice della medesima squadra. Le squadre si sono affrontate senza sosta sotto il cielo terso e sulla sabbia rovente di Lignano: tra un match e l’altro un pit stop allo stand di XS Power Drink era quello che ci voleva per una pausa dissetante e per ricaricare le batterie. Di seguito alcuni scatti tratti dal tour, per la gallery completa dei quali vi rimandiamo alla nostra pagina facebook europea: [nggallery id=101] Il 4-5 luglio è stata la volta del 22° Campionato Italiano nella Beach Arena di San Benedetto del Tronto (AP) in cui ha trionfato nuovamente la Pomì Casalmaggiore che, a suon di azioni spettacolari, ha strappato la vittoria finale per 2-0  contro una grande Volley Pesaro. Il titolo di miglior giocatrice della tappa è volato stavolta nella bacheca di Serena Ortolani, capitana di Pesaro premiata dai fratelli Matteo e Paolo Ingrosso, atleti della nazionale italiana di beach volley. La terza tappa di questo avvincente torneo ha trovato nel weekend dell’11 e 12 Luglio una Pescara infuocata, teatro della 1° Super Coppa Italiana XS Power Drink. Stavolta la vittoria è andata alle giocatrici della Volalto Caserta, club campano il cui appellativo “matricola terribile“ affibbiatole in Serie A ha avuto seguito anche nel Lega Volley Summer Tour. Terze al termine del girone, hanno saputo risalire vincendo lo spareggio con Pesaro, quindi battere in rimonta la favorita Pomì Casalmaggiore in semifinale e infine, ancora sotto 0-1, sfiancare la resistenza della NTT Forlì nella finalissima, terminata 2-1. Le grandi prestazioni di Sonja Percan, sempre al centro del gioco delle Rosanero e protagonista di tutti i successi, le sono valse il titolo di miglior giocatrice della tappa. Di seguito la finale integrale della Super Coppa Italiana XS Power Drink, con tanto di cerimonia di premiazioni, e andata in onda su Rai Sport: httpvh://youtu.be/Ig-S4HU5kdo Per il gran finale del 18-19 luglio, alias “All Star Game”, tutti a Riccione: la vincente della tappa, Zeta System Urbino ha sfidato l’All Star Team messo in piedi per quest'anno, una selezione speciale che annovera tra i suoi effettivi alcune delle più grandi e celebri giocatrici della storia della Serie A1 femminile. Campionesse del calibro di Maurizia Cacciatori, Nadia Centoni, Paola Paggi e Paola Cardullo hanno regalato emozioni ed uno spettacolo in campo come solo le vere star sanno fare, nonostante sia stata poi la Urbino a spuntarla dopo tre spettacolari set. Alessia Ghilardi, la piccola, grande anima del team, ha portato a casa il trofeo di best player. In questo video, il match point che ha decretato la vittoria di Urbino nella finale contro Pesaro; sul canale DailyMotion della Lega, invece, trovate alcuni highlight tratti dalle diverse tappe del torneo. httpvh://youtu.be/DLfhO5xRqiw Con un weekend di sport sul litorale romagnolo si è così concluso il Lega Volley Summer Tour 2015 . La kermesse, che ha portato il Sand Volley 4x4 e le giocatrici della Serie A femminile sulle più belle spiagge italiane, ha divertito il pubblico con i gesti tecnici, adrenalina e le grandi emozioni che solo lo sport di alto livello può dare. Grande Sport, grande divertimento: la manifestazione, ricca di eventi collaterali, ha reso ancora più piacevole lo spettacolo del sand volley. Ad esempio la colazione in spiaggia e l'aperitivo al tramonto, i giochi con gli animatori e l'intrattenimento di Radio Italia, anche quest’anno radio ufficiale della manifestazione, e il concerto gratuito live in piazza di Radio DeeJay organizzato la sera del gran finale. Ci voleva proprio XS Power Drink per rendere perfetto questo torneo di volley sulla sabbia, dando ancora più energia ad atleti, fan, spettatori e semplici turisti di passaggio. Ma questo non è un addio, solo un arrivederci. Ci vediamo l'anno prossimo con il Lega Volley Summer Tour 2016!  
24.07.2015

Speciale AGER 2014: approfondimenti e intervista

Di anno in anno, il Rapporto Globale Amway sull'Imprenditorialità (AGER) sta prendendo sempre più piede nell'arena istituzionale come una della pricipali fonti da consultare in merito al dibattito sul mondo del lavoro e della promozione dell'imprenditorialità. L'edizione di quest'anno, presentata nel corso di un evento stampa a porte chiuse nel novembre 2014 (qui il comunicato stampa dedicato per maggiori informazioni) prende in esame un tema fondamentale in materia di imprenditorialità: la formazione. Imprenditori si nasce o si diventa, dunque? Certamente la maggior parte del campione intervistato per l'edizione 2014 di AGER ritiene che l'imprenditorialità si possa insegnare: la pensa così, infatti, il 64% degli italiani e della stessa opinione sono anche i giovani under 35, con il 70% di risposte affermative. Da evidenziare, inoltre, quali siano gli elementi più importanti che dovrebbero, sempre secondo gli italiani, caratterizzare un percorso formativo adeguato in tal senso: per il campione italiano è proprio l’esperienza “sul campo” il fattore determinante. Il 33% degli italiani, infatti, afferma che l’accesso a simulazioni ed esperienze concrete di lavoro imprenditoriale è il fattore educativo chiave per poter imparare a fare impresa. Al secondo e terzo posto si trovano poi le competenze di business di base – come contabilità, informatica e amministrazione (32%), e i programmi di mentoring, ovvero la possibilità di imparare a fare impresa potendo essere affiancati nel proprio percorso da imprenditori e professionisti di maggiore esperienza. Di seguito vi proponiamo un'intervista di approfondimento con il Professor Enrico Santarelli, docente ordinario di Economia presso l'Università di Bologna e membro dell'advisory board internazionale che ha supportato Amway nella stesura dell'Amway Entrepreneurship Report 2014:

httpvh://youtu.be/9QFdC-vvUiE

Ma proprio qui emerge il problema. A chi spetta, in Italia, l'onere di erogare questo tipo formazione specifica? Obiettivo di un recente incontro organizzato da Amway Italia presso il Centro Studi Americani di Roma (a questo link il comunicato stampa dedicato) è stato proprio quello di promuovere una riflessione sul tema della formazione imprenditoriale in Italia e, nello specifico, sul ruolo che imprese private ed enti pubblici quali scuole, università e Camere di Commercio, possono giocare nel preparare i giovani a valorizzare la libera iniziativa, l’autonomia professionale e lo spirito imprenditoriale. Focus specifico della tavola rotonda, inoltre, il paragone fra i dati dell'Italia con quelli degli Stati Uniti. L’incontro ha visto la partecipazione di importanti rappresentanti della scena istituzionale italiana, tra cui Roberto Arditti, Consigliere Centro Studi Americani, Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne di Expo 2015, il Dr. Carmine D’Aloisio, Ministro-Consigliere per gli Affari Commerciali presso l’Ambasciata Americana a Roma, Angela D’Onghia, Sottosegretario di Stato per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, l’On. Anna Ascani, membro della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati e Presidente dell’Intergruppo Giovani parlamentari, l’On. Elena Centemero, membro della Commissione Cultura, Scienza, Istruzione della Camera dei Deputati e Responsabile nazionale per la Scuola e per l’Università di Forza Italia, il Dr. Pietro Abate, Segretario Generale della Camera di Commercio di Roma, nonché il Dr. Fabrizio Suaria, Amministratore Delegato di Amway Italia e Vicepresidente di Avedisco. Di seguito alcune slide tratte dal keynote di presentazione dei dati AGER 2014 (Ndr: l'atteggiamento positivo cui si fa riferimento nelle slide si riferisce alla percentuale di popolazione che si ritiene favorevole nei confronti del lavoro autonomo; il potenziale di imprenditorialità, invece, si riferisce a coloro che effettivamente si vedrebbero capaci di avviare un business in proprio) e tenuto proprio da Fabrizio Suaria in apertura dell'incontro.    

 

 

 

 

  Restate sintonizzati su queste pagine per le prossime iniziative in calendario per quest'anno in Italia e per ulteriori approfondimenti sui risultati italiani. Nel frattempo, a questo link è possibile scaricare il report originale in inglese e consultare il sito globale del progetto: AmwayEntrepreneurshipReport.com.  
11.07.2015

Com'è fatto? Vitamina C Plus e la storia dell'acerola

In Amway, si parla molto spesso del processo che porta dal seme all'integratore (from seed to supplement) e dell’alta qualità che caratterizza la filiera produttiva NUTRILITE. C'è una cosa, infatti, di cui andiamo molto orgogliosi: gestiamo l'intero processo, dal momento in cui il seme è piantato, alla lavorazione per la trasformazione degli ingredienti nel prodotto finito, sino a quando i nostri integratori sono spediti ai nostri clienti finali in tutto il mondo. Semplificando ai limiti estremi, raccolta, produzione e consegna sono interamente nelle mani dell'azienda. Un esempio eccellente delle nostre buone prassi produttive è quello della nostra Vitamina C Plus. Inizia tutto all’interno dei nostri 4102 ettari di terreni agricoli biologici in Ubajara, Ceará (Brasile) dove vengono coltivate le ciliegie acerola, una delle fonti naturali più concentrate di vitamina C. Importante notare che la raccolta delle ciliege avviene quando i nutrienti al loro interno sono al massimo livello e questo non necessariamente coincide con l'effettiva maturazione finale della pianta. Qualsiasi tipo di frutto, inoltre, nel momento in cui viene raccolto, inizia letteralmente a morire - e questo porta inevitabilmente i nutrienti al suo interno a decadere molto, molto velocemente. Per questo motivo il processo di lavorazione, la produzione vera e propria dell'integratore NUTRILITE, avviene nel più breve tempo possibile (dal  momento in cui il frutto è raccolto all'inizio del processo di disidratazione passano, letteralmennte, poche decine di minuti). Detenere la filiera produttiva, in questo senso, garantisce ai nostri prodotti la  massima freschezza possibile. Il processo di concentrazione delle ciliege acerola si serve soprattutto dell'osmosi inversa, un procedimento che serve a rimuovere l’acqua presente all’interno del frutto, ma non i fitonutrienti in esso contenuti - e inoltre evita passaggi che coinvolgano calore per minimizzare la perdita di vitamina C. La preziosissima polvere che nasce da questo processo viene in seguito spedita presso i nostri impianti di Buena Park, in California, per essere ridotta in compresse. Dopo di che, ci si sposta ancora verso il nostro centro di distribuzione ad Atlanta, in Georgia, per essere poi consegnata ai nostri clienti in tutto il mondo. Vuoi saperne di più? Visita il sito AmwaySupplyChain.com per vedere il viaggio dei prodotti Amway, come vengono realizzati e distribuiti a livello globale. Di seguito, il video che racconta la storia della ormai celeberrima acerola cherry NUTRILITE.

httpvh://youtu.be/sfpbc0pjgTA

© 2011 Amway Europe. All rights reserved. | www.amway-europe.com |
Connexia